Syntech Pavistrong

Rivestimento epossidico bicomponente chimico-resistente

Prodotto bicomponente a base di resine epossidiche modificate, chimico resistente, specifico per il rivestimento di superfici in calcestruzzo destinate al contatto con agenti aggressivi o al contenimento di prodotti alimentari e acqua potabile. Syntech Pavistrong è certificato secondo CE EN 1504/2, per la protezione di strutture e manufatti in calcestruzzo armato, e per il contatto con alimenti, secondo i requisiti richiesti da D.M. 21/03/73 e successive modifiche.
Componenti
Bicomponente
Aspetto
Liquido
Codice doganale
3907 3000
Richiedi info sul prodotto

    Con l’invio accetto l'informativa sulla privacy
    Certificazioni ottenute e Normative
    EN 1504-2FOOD CONTACT COMPLIANCECHEMICAL RESISTANT
    Linee di appartenenza
    Caratteristiche e vantaggi
    Dove si utilizza
    Come si utilizza
    Dati tecnici
    Contenuti aggiuntivi
    Avvertenze e precauzioni
    Voce di capitolato
    Media
    Prodotti collegati
    Cos'è Syntech Pavistrong
    Syntech Pavistrong si caratterizza per la sua ottima resistenza chimica agli ambienti d’esposizione aggressivi, agli alcali anche a elevata concentrazione, agli acidi a media concentrazione e al flusso di liquidi anche contenenti sospensioni solide. E’ impermeabile all’acqua e agli agenti chimicamente aggressivi. Costituisce un’efficace barriera alla penetrazione dell’anidride carbonica e alla carbonatazione del calcestruzzo. E’ atossico, quindi idoneo al contatto con prodotti alimentari e acqua potabile. Possiede eccellente adesione al calcestruzzo, all’acciaio, ai laterizi, ai lapidei in genere e a diversi materiali comunemente utilizzati in edilizia. La consistenza fluida rende Syntech Pavistrong veloce e facile da applicare sia a pennello che a rullo.
    Campi d'impiego
    Pavimentazioni industriali in calcestruzzo. Vasche di depurazione per acque reflue e relativi locali tecnici. Serbatoi, condotti e contenitori alimentari. Digestori e impianti per la produzione di biogas. Rivestimento di canalizzazioni e vasche di contenimento liquidi. Impianti di trattamento, potabilizzazione e distribuzione acque. Contenitori di sostanze acide e basiche. Stalle, locali mungitura, locali veterinari, mattatoi. Laboratori d’analisi, depositi, aree di stoccaggio materie prime e aree di produzione. Vasche di contenimento sversamenti accidentali prodotti petroliferi, prodotti chimici e prodotti alimentari.
    Supporti consentiti
    Calcestruzzo
    Malte cementizie, alla calce e miste
    Prefabbricati
    Pietre naturali e porfidi
    Acciaio
    Laterizi
    Preparazione dei supporti
    Il supporto sul quale si deve posare il sistema resinoso deve essere idoneo a sopportare le sollecitazioni conseguenti all’uso previsto, quali ad esempio carichi statici o dinamici, impatti, dilatazioni termo-igrometriche vibrazioni ecc. Per quanto riguarda le caratteristiche del supporto (umidità massima, coesione, classe di resistenza, planarità ecc.) e la preparazione della superficie che accoglierà il sistema resinoso, si raccomandano le prescrizioni riportate nel capitolo 5 della normativa UNI 10966 (“SISTEMI RESINOSI PER SUPERFICI ORIZZONTALI E VERTICALI – ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE E L’APPLICAZIONE”). In ogni caso pulire e sgrassare accuratamente le superfici, asportando imbrattamenti di qualsiasi natura, residui di pitture o parti incoerenti. L’umidità del supporto deve essere <= al 3%. Valutare il tipo di preparazione meccanica più conveniente (pallinatura, sabbiatura, idrolavaggio, ecc.). Le superfici dovranno inoltre essere esenti da discontinuità, ed eventualmente livellate e regolarizzate con prodotti della linea FLOOR o della linea REPAR. Applicare a rullo, pennello o spruzzo da 150 a 200 g/m2 circa di Syntech Primer EP-W per consolidare il supporto e favorire l’adesione del successivo rivestimento. Applicare Syntech Pavicrom a completa asciugatura del primer e non oltre le 24 ore dal termine della sua stesura. Nel caso di presenza (anche sospetta) di umidità derivante da risalita capillare dal sottofondo, si raccomanda preventivamente di stendere preventivamente la resina epossidica per "fondi umidi" Syntech Pavidamp. Pavimenti piastrellati, o rivestiti da resina preesistente, dovranno essere sottoposti a irruvidimenti meccanici eseguiti con pallinatura, fresatura, bocciardatura, ecc., fino alla totale eliminazione della crosta impermeabile e della opacizzazione delle superfici. Asportare la polvere dopo l'abrasione.
    Modalità d'impiego
    Mescolare accuratamente i due componenti nei loro rispettivi contenitori. Versare la latta del componente B nella latta del componente A, miscelare accuratamente per 2-3 minuti. Per ottenere una perfetta miscelazione servirsi di un agitatore meccanico o un opportuno attrezzo. La miscela dei due componenti deve essere stesa entro 20-30 minuti, al fine di evitare l’indurimento nella latta stessa. Si noti che la velocità di reazione dipende dalla temperatura ambiente (a 30°C si ha un indurimento in 10-15 minuti). Applicare sulla superficie da trattare, in due mani, entro i tempi indicati, per un consumo indicativo minimo di 500-600 g/m². Non prelevare quantitativi parziali dalle confezioni per evitare eventuali errori nel rapporto di miscelazione che causerebbero un mancato o incompleto indurimento. Non diluire i componenti né la miscela dei due componenti.
    Metodi di applicazione
    Pennello
    Rullo
    Pulizia strumenti
    Solvente UNI
    Caratteristiche fondamentali
    Applicare in due mani
    Applicare in due mani
    Conservabilità
    Conservabilità: 12 mesi
    Non infiammabile
    Non infiammabile
    Peso specifico
    Peso specifico: 1.34 kg/l
    Pot life
    Pot life: 20-40 min
    Rapporto di miscela
    Rapporto di miscela: 4:1 _
    Temperatura di applicazione
    Temperatura di applicazione: +5 / +30 °C
    Usare indossando guanti protettivi
    Usare indossando guanti protettivi
    Specifiche tecniche

    Assorbimento capillare
    UNI EN 1062-3

    < 0.01 kg•h^0.5/m²

    Indurimento al tatto
    a 20°C

    12 h

    Permeabilità al vapore acqueo
    UNI EN ISO 7783-2

    Class III - Sd 140 m

    Viscosità
    UNI EN ISO 3219

    16600 (± 500) mPa·s

    Permeabilità alla CO2
    UNI EN 1062-6

    32100 m

    Umidità massima del supporto

    4 %

    Adesione per trazione diretta
    UNI EN 1542

    3 MPa

    Indurimento completo

    7 gg
    Consumi
    Minimo 0,50 - 0,60 kg di Syntech Pavistrong per ogni metro quadrato di superficie da rivestire, per applicazioni a due mani (0,25-0,30 kg per singola mano).
    Colori disponibili
    Grigio
    Rosso
    Imballaggi e dimensioni
    Secchio da 5 kg [A]
    Secchio da 1.25 kg [B]
    Secchio da 10 kg [A]
    Secchio da 2.5 kg [B]
    Kit: 1 Secchio da 5 kg [A] + 1 Secchio da 1.25 kg [B]
    Kit: 1 Secchio da 10 kg [A] + 1 Secchio da 2.5 kg [B]
    Stoccaggio e conservazione
    Teme il gelo.
    Contenuti aggiuntivi

    Caratteristica prestazionale secondo UNI EN 1504-2 (c) principi PI - MC - RC

    Resistenza all’attacco chimico severo

    Metodo di prova

    Requisiti in accordo alla EN 1504/2

    Prestazioni prodotto

    Classe I: 3d senza pressione

    Classe II: 28 d senza pressione

    Classe III: 28 d con pressione

    È consigliabile utilizzare liquidi di prova delle 20 classi indicate nella EN 13529 che coprono tutti i tipi di agenti chimici comuni. Altri liquidi di prova possono essere concordati tra le parti interessate.

    EN 13529

    Riduzione della durezza minore del 50% quando misurata in base al metodo Buchholz, della

    EN ISO 2815, o al metodo Shore della EN ISO 868, 24 h dopo aver rimosso il rivestimento dalla immersione nel liquido di prova.

    Nessuna alterazione

    Bolle con acido acetico a 28 giorni

    Avvertenze
    Le informazioni generali, così come le indicazioni ed i suggerimenti di impiego di questo prodotto, riportati nella presente scheda tecnica ed eventualmente forniti anche verbalmente o per iscritto, corrispondono allo stato attuale delle nostre conoscenze scientifiche e pratiche. I dati tecnici e prestazionali eventualmente riportati sono il risultato di prove di laboratorio condotte in ambiente controllato e come tali possono subire modifiche in relazione alle effettive condizioni di messa in opera. Azichem Srl non si assume alcuna responsabilità derivante da prestazioni inadeguate correlate ad un uso improprio del prodotto, o legata a difetti derivanti da fattori o elementi estranei alla qualità dello stesso, inclusa l’errata conservazione. Chi intenda fare uso del prodotto è tenuto a stabilire, prima dell’utilizzo, se lo stesso sia o meno adatto all’impiego previsto, assumendosi ogni responsabilità conseguente. Le caratteristiche tecniche e prestazionali contenute in questa scheda tecnica sono aggiornate periodicamente. Per una consultazione in tempo reale collegarsi al sito: www.azichem.com. La data di revisione è indicata nello spazio a lato. La presente edizione annulla e sostituisce ogni altra precedente. Si ricorda che l’utilizzatore è tenuto a prendere visione della più recente Scheda di Sicurezza di questo prodotto, contenente i dati chimico-fisici e tossicologici, le frasi di rischio ed altre informazioni per poter trasportare, utilizzare e smaltire il prodotto e i suoi imballaggi in sicurezza. Per la consultazione collegarsi al sito: www.azichem.com. È vietato disperdere il prodotto e/o l’imballaggio nell'ambiente.
    Voce di capitolato
    Stampa

    Fornitura e posa in opera di rivestimento chimico-protettivo costituito da una resina epossidica bicomponente, con indurenti amminici cicloalifatici, tipo Syntech Pavistrong di Azichem Srl, certificata CE secondo EN 1504/2, adatta al contatto di sostanze chimicamente aggressive e corrosive*, da realizzarsi mediante applicazione a rullo, pennello o spruzzo. La preparazione del supporto in calcestruzzo potrà essere eseguita meccanicamente con la tecnica più opportuna (sabbiatura, idrolavaggio, etc.), da valutare in funzione del livello di degrado. La pulizia dovrà comunque assicurare superfici pulite, prive di grassi, esenti da polveri o tracce di vecchie pitture etc. Primerizzare preventivamente tutte le superfici con Syntech Primer EP-W, per consolidare il supporto e favorire l’adesione del successivo rivestimento (stesura a rullo, pennello o spruzzo con consumi indicativi di 150-200 gr/m2). Nel caso in cui siano presenti fenomeni di umidità di risalita (anche sospetta) prevedere una prima mano di primerizzazione con resina epossidica tricomponente Syntech Pavidamp.

    Caratteristiche tecniche di Syntech Pavistrong di Azichem Srl

    • Densità A + B (UNI EN ISO 2811): 1,34 kg/l
    • Indurimento al tatto (a 20 °C): 12 h
    • Indurimento totale: 7 giorni
    • Punto d’infiammabilità: 100 °C
    • Adesione per trazione diretta (UNI EN 1542): 3 N/mm²
    • Umidità massima del supporto: 4%
    • Viscosità (UNI EN ISO 3219): 16600 (± 500) mPa
    • Resistenza agli attacchi chimici severi (EN 13529): Nessuna alterazione – bolle con acido acetico a 28 gg
    • Sovrapplicazione tra le due mani: 12 – 24 h
    • Permeabilità al vapore acqueo (UNI EN ISO 7783-2): Class III – Sd 140m
    • Permeabilità alla CO2 (UNI EN 1062-6): 32100 m
    • Assorbimento capillare (UNI EN 1062-3): < 0.01 kg•h^0.5/m²

     

    *  vasche di contenimento, digestori, convogliatori di percolati, opifici, laboratori chimici, etc.

    Galleria fotografica
    Richiedi info sul prodotto

      Con l’invio accetto l'informativa sulla privacy
      Copyright © 2022 All Rights Reserved - Azichem Srl
      Powered by Webplease
      printermagnifiercrosschevron-down