Syntech Epox Level zoom
Syntech Epox Level image 1
Syntech Epox Level image 2
Syntech Epox Level image 3

Syntech Epox Level

Rivestimento epossidico bicomponente autolivellante

Rivestimento epossidico bicomponente colorato, ad alto solido, autolivellante e/o per sistemi multistrato su superfici in calcestruzzo e sottofondi cementizi.
Componenti
Tricomponente
Aspetto
Liquido + Polvere
Codice doganale

Richiedi info sul prodotto

    Con l’invio accetto l'informativa sulla privacy

    Certificazioni ottenute e Normative
    EN 13813
    Linee di appartenenza
    Linea prodotto Building
    Linea prodotto Floor
    Linea prodotto Infratech
    Caratteristiche e vantaggi
    Dove si utilizza
    Come si utilizza
    Dati tecnici
    Contenuti aggiuntivi
    Avvertenze e precauzioni

    Syntech Epox Level

    • Ottime resistenze meccaniche e all’abrasione
    • Ampia gamma di colori disponibili
    • Finitura uniforme e lucida con possibile finitura antiscivolo
    • Ottima resistenza meccanica e chimica 
    • Ottima resistenza ai detergenti e ai disinfettanti.
       

    Campi d'impiego

    ▪ Rivestimento colorato resistente all’abrasione 
    ▪ Rivestimento di pavimentazioni sottoposte a traffico intenso 
    ▪ Rivestimento di pavimentazioni di laboratori, ospedali, sale sterili e locali asettici 
    ▪ Rivestimento di pavimentazioni di magazzini, centri commerciali, musei, show room, aree di stoccaggio e logistica 
    ▪ Rivestimento di pavimentazioni di parcheggi interrati, garage, hangar, industrie automobilistiche ed aeronautiche 
    ▪ Rivestimento di pavimentazioni di industrie alimentari 
    ▪ Rivestimento di pavimentazioni di industrie chimiche e farmaceutiche


    Supporti consentiti
    Calcestruzzo
    Massetti di sottofondo
    Rivestimenti in resina
    Preparazione dei supporti

    Calcestruzzo 
    Le superfici da rivestire devono essere stabili, pulite e prive di sostanze che possono pregiudicare l'adesione del rivestimento. Per quanto riguarda le caratteristiche del supporto (umidità massima, coesione, classe di resistenza, planarità ecc.) e la preparazione della superficie che accoglierà il sistema resinoso, si raccomandano le prescrizioni riportate nel capitolo 5 della normativa UNI 10966 (“SISTEMI RESINOSI PER SUPERFICI ORIZZONTALI E VERTICALI – ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE E L’APPLICAZIONE”). In ogni caso pulire e sgrassare accuratamente le superfici, asportando imbrattamenti di qualsiasi natura, residui di pitture o parti incoerenti. Le superfici in calcestruzzo devono essere preventivamente preparate mediante levigatura a secco con utensili diamantati, pallinatura con macchine a ciclo chiuso oppure fresatura a ciclo chiuso, a seconda del grado di contaminazione del supporto e dello spessore del rivestimento finale. Depolverizzare completamente le superfici da trattare mediante aspirazione delle polveri.  L’umidità del supporto deve essere <= al 3%. Valutare il tipo di preparazione meccanica più conveniente (levigatura, pallinatura, sabbiatura ecc.). Nel caso di ripristino delle superfici utilizzare preliminarmente malte e prodotti della linea FLOOR o della linea REPAR idonei allo scopo. Attendere i tempi di essiccazione delle malte da ripristino prima di applicare il rivestimento resinoso. La resistenza alla trazione del supporto non deve essere inferiore a 1.5 N/mm². 

    Crepe e fessurazioni 
    In caso di fessure statiche, per la sigillatura utilizzare la boiacca strutturale GROUT CABLE oppure malte della linea FLOOR, oppure prodotti epossidici tipo   SYNTECH PRIMER EP-W o SYNTECH AS 21. La sigillatura di fessure dinamiche o maggiori di > 4-5 mm deve essere valutata in cantiere. Generalmente possono essere stuccate utilizzando materiali elastomerici o lavorate come giunti di movimento. 

    Stuccature e ripristini localizzati 
    Eventuali buchi, mancanze, riparazioni di porzioni di calcestruzzo possono essere effettuate mediante applicazione di nostre malte della linea FLOOR o della linea REPAR. Eventuali piccole stuccature di buchi e mancanze possono essere eseguite mediante applicazione di malta epossidica SYNTECH AS 21. 

    Rivestimenti in resina 
    Le superfici da rivestire devono essere stabili, pulite e prive di sostanze che possono pregiudicare l'adesione del rivestimento come sporco, grasso, olio, ecc.  Carteggiare le superfici mediante levigatura meccanica, con dischi diamantati e aspirazione delle polveri. Si consiglia di lavare le superfici e attendere la completa asciugatura prima dell’applicazione della finitura. 

    Primer su calcestruzzo e rivestimenti in resina 
    Sul supporto adeguatamente preparato, applicare come primer aggrappante, a pennello o rullo a pelo medio, una mano di primer epossidico consolidante SYNTECH PRIMER EP-S. Versare il prodotto distribuendolo mediante racla o spatola dentata in modo uniforme ed omogeneo, avendo cura di realizzare uno spessore costante. Applicare il primer a totale copertura della superficie al fine di evitare successive formazioni di bolle di aria provenienti dal sottofondocon conseguente formazione di piccoli crateri sul successivo strato di rivestimento. Per favorire una migliore adesione del rivestimento epossidico, sulla superficie di SYNTECH PRIMER EP-S ancora fresca, effettuare una semina di Quarzo 0,1-0,5. Attendere 8-12 ore, effettuare la rimozione del quarzo in eccesso presente in superficie, quindi applicare il rivestimento autolivellante.

    Su supporti umidi o soggetti a risalita capillare di umidità, applicare come primer due o più mani di fondo di tricomponente epossidico SYNTECH PAVIDAMP.  


    Modalità d'impiego

    Controllo dell’umidità del supporto
    Prima della posa dei sistemi e rivestimenti resinosi, verificare sempre il contenuto di umidità residua del supporto.  Verificare la presenza di umidità residua mediante il metodo del foglio di plastica secondo la norma ASTM D 4263: fissare con un nastro adesivo al supporto un foglio di polietilene pesante avente dimensione almeno di 45x45 cm. A distanza di 24 ore dalla sua posa, sollevare il foglio e verificare la presenza di segni di umidità. Se si esegue il test con igrometro a carburo, il contenuto di umidità del supporto deve essere < 4% in peso.  In caso di umidità residua, applicare due o più strati di fondo tricomponente epossidico SYNTECH PAVIDAMP. 

    Miscelazione 
    Omogeneizzare accuratamente per almeno 30 secondi i singoli componenti all’interno del loro contenitore mediante agitazione manuale oppure meccanizzata, avendo cura di utilizzare un utensile pulito e privo di sostanze potenzialmente inquinanti. Unire i due componenti nel rapporto di miscelazione indicato. Aggiungere il componente B (indurente) nel componente A (base) e miscelare accuratamente fino a completa omogeneizzazione del prodotto. Si consiglia di iniziare a mescolare brevemente con trapano elettrico a basso numero di giri per poi intensificare l’agitazione fino ad un massimo di 300-400 giri/minuto. Evitare tempi troppo lunghi di miscelazione al fine di limitare la quantità di aria inglobata nel prodotto. Applicare il prodotto entro il tempo di vita utile. Temperature elevate riducono sensibilmente il tempo di vita. 
     
    Tempo di induzione
    Prima dell’applicazione, lasciare riposare la miscela ottenuta rispettando i seguenti tempi di induzione: 
    10°C: 20 minuti
    20°C: 10 minuti
    30°C: 5 minuti

    Applicazione per finitura autolivellante (£2 mm)
    Per realizzare il rivestimento autolivellante, aggiungere all’emulsione di SYNTECH EPOX LEVEL appena realizzata il 20-30% in peso di QUARZO 0,1-0,3 o QUARZO 0,1-0,5 in funzione dell’irregolarità del fondo da livellare. Miscelare accuratamente fino ad ottenere un impasto
    omogeneo e versare sul pavimento il prodotto distribuendolo mediante racla o spatola dentata in modo uniforme ed omogeneo, avendo cura di realizzare uno spessore costante ed una superficie continua e complanare. Si consiglia di passare il rullo frangibolle sul prodotto fresco al fine di eliminare eventuali bolle d’aria createsi durante la fase di stesura del prodotto autolivellante. La corretta azione del rullo frangibolle permette l’agevole distribuzione del prodotto ed evita la formazione di microfori che possono pregiudicare l’uniformità e l’impermeabilità del rivestimento.

    Applicazione per sistema multistrato (³ 2 mm)
    Per realizzare il rivestimento multistrato, aggiungere all’emulsione di SYNTECH EPOX LEVEL appena realizzata il 50%-80% max in peso di QUARZO 0,1-05. Miscelare accuratamente fino ad ottenere un impasto omogeneo e versare sul pavimento il prodotto distribuendolo mediante racla o spatola dentata in modo uniforme ed omogeneo, avendo cura di realizzare uno spessore costante di circa 1 mm ed una superficie continua e complanare. Sulla superficie ancora fresca, effettuare una semina di QUARZO 0,1-0,5. Attendere 8-12 ore ed effettuare la rimozione del quarzo in eccesso presente quindi applicare lo strato successivo di rivestimento autolivellante aggiungendo all’emulsione di SYNTECH EPOX LEVEL il 30-40% in peso di QUARZO 0,1-0,5 avendo cura di realizzare uno spessore costante di circa 0,5-0,6 mm e una superficie continua e complanare. Attendere 8-12 ore e applicare lo strato successivo di rivestimento autolivellante aggiungendo all’emulsione di SYNTECH EPOX LEVEL il 20-30% in peso di QUARZO 0,06-0,25. Miscelare accuratamente fino ad ottenere un impasto omogeneo e versare sul pavimento il prodotto distribuendolo mediante spatola liscia inox o di gomma in modo uniforme ed omogeneo, rasando a zero ed avendo cura di realizzare uno spessore costante di circa 0,2-0,3 mm ed una superficie continua e complanare. Si consiglia di passare il rullo frangibolle sul prodotto fresco al termine di ogni passata al fine di eliminare eventuali bolle d’aria createsi durante la fase di stesura del prodotto autolivellante. La corretta azione del rullo frangibolle permette l’agevole distribuzione del prodotto ed evita la formazione di microfori che possono pregiudicare l’uniformità e l’impermeabilità del rivestimento.

    Verniciatura 
    In caso si desideri verniciare il rivestimento autolivellante per ottenere una finitura liscia ed uniforme, dopo 12-24 ore dal termine della posa dell’ultimo strato di rivestimento autolivellante, è possibile applicare uno strato di finitura epossidica colorata in dispersione acquosa, SYNTECH PAVICROM, diluita con il 15-20% max di acqua pulita mediante rullo a pelo corto in modo omogeneo per evitare accumuli di materiale che potrebbero dare origine a difetti estetici. Altresì è possibile applicare uno strato di finitura poliuretanica colorata SYNTECH PAVICROM PU oppure SYNTECH LAYER, se necessario opportunamente diluite mediante rullo a pelo corto. L’applicazione del prodotto deve essere effettuata incrociando le passate e prestando particolare attenzione alle riprese, scaricando regolarmente il rullo oltre l’area applicata al fine di ottenere un film uniforme ed eliminare eventuali accumuli di prodotto. Per ottenere una finitura uniforme si consiglia di mantenere un lato sempre fresco durante le fasi di verniciatura. L’applicazione di spessori diversi, dovuti per esempio alla sovrapposizione di diverse rullate, può comportare una differenza di brillantezza finale.


    Metodi di applicazione
    Colatura
    Rullo
    Spatola dentata
    Pulizia strumenti
    Syntech Diluente Epoxy
    Caratteristiche fondamentali
    Conservabilità
    Conservabilità: 12 mesi
    Temperatura di applicazione
    Temperatura di applicazione: +10 / +35 °C
    Usare indossando guanti protettivi
    Usare indossando guanti protettivi
    Usare indossando occhiali protettivi
    Usare indossando occhiali protettivi
    Specifiche tecniche

    Aderenza per trazione diretta su acciaio
    EN 12188

    ≥ 14 N/mm²

    Adesione per trazione diretta
    EN 13892-4

    ≥ 4.5 N/mm²

    Brillantezza
    EN ISO 2813

    > 90 Gloss 60°

    Resistenza all'usura
    BCA EN 13892-4 CLASS AR 0,5

    10 μm

    Resistenza all’urto
    EN ISO 6272-1 Class IR4

    >4 Nm

    Reazione al fuoco
    EN 13501-1

    Class F

    Temperatura di esercizio

    -20 / + 90 °C

    Viscosità
    Brookfield ASTM D 2196

    3.500 ± 1000 mPa·s

    Fuori polvere a 20°C

    2 - 3 h

    Indurimento al tatto a 20°C

    8 h

    Indurimento completo a 20°C

    7 gg

    Determinazione delle materie volatili (VOC)
    Dir.2004/42/CE

    < 500 g/l
    Consumi

    Rivestimento autolivellante

    SYNTECH EPOX LEVEL: 1 kg/m2
    QUARZO 0,1-0,5: 0,8 kg/m2

    Sistema multistrato

    1°strato
    SYNTECH EPOX LEVEL: 1 kg/m2
    QUARZO 0,1-0,5: 0,8 kg/m2 + 2-3 kg/m2 per semina a rifiuto

    2°strato
    SYNTECH EPOX LEVEL: 0,5 kg/m2
    QUARZO 0,1-0,5: 0,2 kg/m2 + 2-3 kg/m2 per semina a rifiuto

    Finitura
    SYNTECH EPOX LEVEL: 0,3 kg/m2
    QUARZO 0,06-0,25: 0,05 kg/m2 
     

    Colori disponibili
    Cartella colori RAL classic
    Imballaggi e dimensioni
    Latta da 10 kg [A]
    Latta da 2.3 kg [B]
    Stoccaggio e conservazione
    Teme il gelo.
    Contenuti aggiuntivi

    Messa in servizio 
                     Pedonabile  Traffico leggero   Traffico pesante 
    T.+15 °C      ~ 48 h         ~ 72 h         ~ 72 h 
    T.+20 °C      ~ 36 h         ~ 48 h         ~ 72 h 
    T.+30 °C      ~ 24 h         ~ 36 h         ~ 72 h 

    Tempo di attesa fra le mani
    Temperatura 10°C         20°C         30°C
    Minimo          18h        12h        12h
    Massimo       48h        48h        48h

    Tempo di lavorabilità
    10°C: 50 minuti
    20°C: 40 minuti
    30°C: 30 minuti
     

    Avvertenze

    • Non applicare su supporti non adeguatamente preparati. 

    • Non applicare su supporti polverosi, deboli, instabili e poco coesi.

    • Non applicare su supporti umidi o soggetti ad umidità di risalita capillare. 

    • Proteggere il prodotto dall’acqua e dagli agenti atmosferici per le prime 24 ore dalla sua applicazione. 

    • Rispettare i consumi ed i tempi di sovrapplicazione indicati. 

    • Assicurarsi che la mano di primer sia completamente indurita prima dell’applicazione della finitura.

    • Applicazioni a spessori diversi potrebbero generare differenti gradi di finitura. 

    • Utilizzare prodotto proveniente dallo stesso lotto di produzione per garantire uniformità cromatica

    • Utilizzare l’intera quantità dei componenti al fine di evitare rapporti di miscelazione errati. 

    • Mantenere il prodotto miscelato lontano da fonti di calore. 

    • In caso di utilizzo di riscaldatori di ambiente, utilizzare solo quelli elettrici. L’uso di bruciatori ad idrocarburi libera vapore acqueo nell’ambiente che potrebbe compromettere il grado di finitura del prodotto. 

    • Nel caso di sovrapplicazione in mani successive, osservare il tempo massimo di sovraverniciatura. Oltre il tempo indicato sarà necessario carteggiare meccanicamente la superficie prima dell’applicazione dello strato successivo. 

    • Non diluire il prodotto con acqua.

    • L’utilizzo di diluenti non idonei e differenti da quelli indicati può creare problemi al prodotto sia di natura estetica (viraggio del colore, sedimentazione del prodotto, variazione del grado di brillantezza, formazione di velature superficiali) che in termini di prestazioni tecniche. L’utilizzo di diluenti sbagliatyi può creare problemi anche durante la fase applicativa. Azichem srl non garantisce pertanto alcuna presatzione di prodotto quando la sua diluizione è efettuata con prodotti non idonei o diversi da quelli indicati.

       

    Le informazioni generali, così come le indicazioni ed i suggerimenti di impiego di questo prodotto, riportati nella presente scheda tecnica ed eventualmente forniti anche verbalmente o per iscritto, corrispondono allo stato attuale delle nostre conoscenze scientifiche e pratiche.
    I dati tecnici e prestazionali eventualmente riportati sono il risultato di prove di laboratorio condotte in ambiente controllato e come tali possono subire modifiche in relazione alle effettive condizioni di messa in opera.

    Prodotto per uso professionale, Azichem Srl non si assume alcuna responsabilità derivante da prestazioni inadeguate correlate ad un uso improprio del prodotto, o legata a difetti derivanti da fattori o elementi estranei alla qualità dello stesso, inclusa l’errata conservazione.
    Chi intenda fare uso del prodotto è tenuto a stabilire, prima dell’utilizzo, se lo stesso sia o meno adatto all’impiego previsto, assumendosi ogni responsabilità conseguente.

    Le caratteristiche tecniche e prestazionali contenute in questa scheda tecnica sono aggiornate periodicamente. Per una consultazione in tempo reale collegarsi al sito: www.azichem.com. La data di revisione è indicata nello spazio al piede. La presente edizione annulla e sostituisce ogni altra precedente.

    Si ricorda che l’utilizzatore è tenuto a prendere visione della più recente Scheda di Sicurezza di questo prodotto, contenente i dati chimico-fisici e tossicologici, le frasi di rischio ed altre informazioni per poter trasportare, utilizzare e smaltire il prodotto e i suoi imballaggi in sicurezza. Per la consultazione collegarsi al sito: www.azichem.com.

    È vietato disperdere il prodotto e/o l’imballaggio nell'ambiente.
    Documentazione tecnica
    Scheda tecnica
    Caratteristiche chiave

    Richiedi info sul prodotto

      Con l’invio accetto l'informativa sulla privacy

      Copyright © 2024 All Rights Reserved
      Powered by Webplease
      magnifiercrosschevron-down