Syntech Acid Resistant zoom
Syntech Acid Resistant image 1
Syntech Acid Resistant image 2
Syntech Acid Resistant image 3

Syntech Acid Resistant

Rivestimento epossidico bicomponente chimico-resistente

Rivestimento chimico-resistente a base di resine epossifenoliche modificate, per la protezione di pareti, pavimenti e strutture in calcestruzzo, acciaio e vetroresina.
Componenti
Bicomponente
Aspetto
Liquido
Codice doganale
Richiedi info sul prodotto

    Con l’invio accetto l'informativa sulla privacy
    Certificazioni ottenute e Normative
    EN 1504-2
    Linee di appartenenza
    Linea prodotto Aqua
    Linea prodotto Floor
    Linea prodotto Infratech
    Sito tematico
    Concrete Repar
    Caratteristiche e vantaggi
    Dove si utilizza
    Come si utilizza
    Dati tecnici
    Avvertenze e precauzioni
    Media
    Syntech Acid Resistant

    Resina epossifenolica bicomponente, applicabile a spruzzo, rullo o spatola, per il rivestimento e la protezione impermeabile di strutture soggette a forte aggressione chimica.
    Proprietà:

    • elevate resistenze meccaniche e all’abrasione,
    • elevata adesione alle superfici
    • buona elasticità
    • elevata resistenza chimica agli acidi, alle basi e ai solventi
    • altissima tenacità e facilità di pulizia e manutenzione
    • elevata resistenza chimica alla benzina, ai carburanti e all’olio idraulico
    • applicabile a forte spessore, anche a più riprese.

    Campi d'impiego

    Pavimentazioni industriali in calcestruzzo. Vasche di depurazione per acque reflue e relativi locali tecnici. Serbatoi, condotti e contenitori alimentari. Digestori e impianti per la produzione di biogas. Rivestimento di canalizzazioni e vasche di contenimento liquidi. Impianti di trattamento, potabilizzazione e distribuzione acque. Contenitori di sostanze acide e basiche. Stalle, locali mungitura, locali veterinari, mattatoi. Laboratori d’analisi, depositi, aree di stoccaggio materie prime e aree di produzione. Vasche di contenimento sversamenti accidentali prodotti petroliferi, prodotti chimici e prodotti alimentari. Rivestimento protettivo di pavimenti e pareti di industrie alimentari, casearie, enologiche, birrifici, distillerie, oleifici, frantoi. 


    Supporti consentiti
    Calcestruzzo
    Malte cementizie, alla calce e miste
    Prefabbricati
    Superfici metalliche
    Massetti di sottofondo
    Acciaio
    Calcestruzzo armato
    Preparazione dei supporti

    Il supporto sul quale si deve posare il sistema resinoso deve essere idoneo a sopportare le sollecitazioni conseguenti all’uso previsto, quali ad esempio carichi statici o dinamici, impatti, dilatazioni termo-igrometriche vibrazioni ecc. Per quanto riguarda le caratteristiche del supporto (umidità massima, coesione, classe di resistenza, planarità ecc.) e la preparazione della superficie che accoglierà il sistema resinoso, valgono tutte le prescrizioni riportate nel capitolo 5 della normativa UNI 10966 (“SISTEMI RESINOSI PER SUPERFICI ORIZZONTALI E VERTICALI – ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE E L’APPLICAZIONE”). 
    Valutare il tipo di preparazione meccanica più conveniente (pallinatura, sabbiatura, idrolavaggio, ecc.). Seguire le indicazioni per le diverse tipologie di supporto di seguito riportate.

    Calcestruzzo 
    Le superfici da rivestire devono essere stabili, pulite e prive di sostanze che possono pregiudicare l'adesione del rivestimento come sporco, grasso, olio, tracce di rivestimenti e trattamenti superficiali, ecc. Eventuali parti deboli o in fase di distacco devono essere rimosse prima dell’applicazione del prodotto mediante levigatura meccanica con dischi diamantati ed aspirazione delle polveri.  La resistenza alla trazione non deve essere inferiore a 1.5 N/mm². 

    Crepe e fessurazioni 
    In caso di fessure statiche, per la sigillatura utilizzare una malta della linea REPAR. La sigillatura di fessure dinamiche o maggiori di > 4-5 mm deve essere valutata in cantiere. Generalmente possono essere stuccate utilizzando materiali elastomerici o lavorate come giunti di movimento. 

    Stuccature e ripristini localizzati 
    Eventuali buchi, mancanze, riparazioni di porzioni di calcestruzzo possono essere effettuate mediante applicazione di malta ad alte prestazioni Floor Tenax. 

    Controllo dell’umidità del supporto
    Prima della posa dei sistemi e rivestimenti resinosi, verificare sempre il contenuto di umidità residua.  Verificare la presenza di umidità residua mediante il metodo del foglio di plastica secondo la norma ASTM D 4263: fissare con un nastro adesivo al supporto un foglio di polietilene pesante avente dimensione almeno di 45x45 cm. A distanza di 24 ore dalla sua posa, sollevare il foglio e verificare la presenza di segni di umidità.  Se si esegue il test con igrometro a carburo, il contenuto di umidità del supporto deve essere < 4% in peso.

    Supporti umidi 
    In caso di umidità residua, applicare due o più strati di fondo tricomponente epossidico Syntech Pavidamp. Tutte le fessurazioni presenti sul supporto devono essere trattate e sigillate prima dell’applicazione del primer tricomponente. 

    Vetroresina 
    Le superfici da rivestire devono essere stabili, pulite e prive di sostanze che possono pregiudicare l'adesione del rivestimento come sporco, grasso, olio, ecc. Carteggiare la superficie mediante levigatura meccanica con dischi diamantati ed aspirazione delle polveri. Si consiglia di lavare le superfici ed attendere la completa asciugatura prima dell’applicazione della finitura 

    Acciaio 
    Eventuali residui di saldatura devono essere rimossi ed i giunti smerigliati. Sabbiare al grado di pulizia Sa 2½ secondo la norma EN ISO 12944-4. Le superfici da rivestire devono essere esenti da sporco, oli, grassi ed impurità. Grado di rugosità superficiale media RZ ≥ _50. 

    Le superfici dovranno inoltre essere esenti da discontinuità, ed eventualmente livellate e regolarizzate con prodotti della linea FLOOR o della linea REPAR. Applicare a rullo, pennello o spruzzo da 150 a 200 g/m2 circa di Syntech Primer EP-W per consolidare il supporto e favorire l’adesione del successivo rivestimento. Applicare Syntech Acid resistant a completa asciugatura del primer e non oltre le 24 ore dal termine della sua stesura. Nel caso di presenza (anche sospetta) di umidità derivante da risalita capillare dal sottofondo, si raccomanda di stendere preventivamente la resina epossidica per "fondi umidi" Syntech Pavidamp. 
    Pavimenti piastrellati, o rivestiti da resina preesistente, dovranno essere sottoposti a irruvidimenti meccanici eseguiti con pallinatura, fresatura, bocciardatura, ecc., fino alla totale eliminazione della crosta impermeabile e della opacizzazione delle superfici. Asportare la polvere dopo l'abrasione.


    Modalità d'impiego

    Applicare il primer adeguato in funzione della tipologia del supporto come di seguito sepcificato:

    Calcestruzzo 
    L’applicazione di Syntech Acid Resistant su supporti cementizi deve essere sempre preceduta dalla posa di una mano di primer epossidico di ancoraggio Syntech Primer EP-W. Attendere 8-12 ore prima dell’applicazione del rivestimento

    Rivestimenti in resina 
    L’applicazione di Syntech Acid Resistant su sistemi resinosi e multistrato deve essere sempre preceduta da una carteggiatura di tutta la superficie al fine di promuovere e garantire l’adesione ottimale del prodotto al supporto. 

    Acciaio 
    L’applicazione di Syntech Acid Resistant su supporti in acciaio, deve essere sempre preceduta dalla posa di una mano di primer epossi-poliammidico in fase solvente “surface tollerant” Syntech Poliurea Primer-Epoxy Metal. Attendere 24 ore prima dell’applicazione del rivestimento

    Temperatura di applicazione (aria e supporto) 
    Minima +10°C _ Massima + 35°C .  Il supporto deve avere una temperatura superiore di almeno +3°C rispetto al punto di rugiada per ridurre il rischio di condensazione o di sbiancamento della finitura.

    Umidità relativa ambientale 
    Minima 35% _ Massima 80 %

    Miscelazione
    Unire i due componenti nel rapporto di miscelazione indicato. Aggiungere il componente B (indurente) nel componente A (base) e miscelare accuratamente fino a completa omogeneizzazione del prodotto. 
    Si consiglia di iniziare a mescolare brevemente con trapano elettrico a basso numero di giri per poi intenisificare l’agitazione fino ad un massimo di 300-400 giri/minuto

    Applicazione
    Il prodotto può essere applicato a spruzzo, a spatola o rullo.  Sul supporto adeguatamente preparato, applicare il prodotto in due o più mani, rispettando i consumi indicati ed i tempi di ricopertura. Si consiglia di preparare una quantità di prodotto non superiore a quella che può essere applicata nel tempo di vita utile del materiale. Temperature elevate accelerano l’indurimento e riducono il tempo di utilizzo del materiale preparato  


    Metodi di applicazione
    Rullo
    Spatola
    Spruzzo
    Pulizia strumenti
    Diluente per resine
    Caratteristiche fondamentali
    Applicare in due mani
    Applicare in due mani
    Conservabilità
    Conservabilità: 12 mesi
    Consumi
    Consumi: 200 - 400 g/m²
    Pot life
    Pot life: 45 (a 20°C) min
    Temperatura di applicazione
    Temperatura di applicazione: +10 / +35 °C
    Usare indossando guanti protettivi
    Usare indossando guanti protettivi
    Usare indossando occhiali protettivi
    Usare indossando occhiali protettivi
    Specifiche tecniche

    Allungamento a rottura
    ISO 868

    60-70 %

    Resistenza Fisica / Meccanica

    Elevata %

    Assorbimento capillare
    EN 1062/3

    w< 0.1 kg•h^0.5/m²

    Indurimento completo a 20°C
    a 20°C

    7 gg

    Adesione per trazione diretta
    su acciaio EN 12188

    > 14 N/mm²

    Resistenza abrasione
    H17 / 1000 giri / 1000g EN ISO 5470/1

    60 mg

    Resistenza Chimica

    Allegato 1

    Permeabilità al vapore acqueo μ
    EN ISO 7783-1

    sd > 50 m

    Indurimento al tatto a 20°C
    a 20°C

    12 h

    Adesione al calcestruzzo (trazione diretta)
    EN 1542

    > 3 N/mm²

    Intervallo di sovrapplicazione a 20°C
    a 20°C

    24-72 h

    Determinazione della densità

    1.6 ± 0.05 kg/l

    Residuo secco

    90 %

    Resistenza termica

    ~ + 50 °C

    Durezza
    Shore A ASTM D2240

    85-90

    Permeabilità alla CO2
    EN 1062/6

    sd > 50 m
    Consumi

    Come primer: 0,20 - 0,25 kg di Syntech Acid Resistant per ogni metro quadrato di superficie da primerizzare.

    Come rivestimento: 0,40 kg di Syntech Acid Resistant per ogni metro quadrato di superficie da rivestire.

    Colori disponibili
    Grigio
    Imballaggi e dimensioni
    Latta da 6.7 kg [A]
    Latta da 3.3 kg [B]
    Kit: 1 Latta da 6.7 kg [A] + 1 Latta da 3.3 kg [B]
    Stoccaggio e conservazione
    Teme il gelo.
    Avvertenze
    • Non applicare su supporti adeguatamente preparati e primerizzati 
    • Non applicare su supporti polverosi, deboli, instabili e poco coesi 
    • Non applicare su supporti umidi o soggetti ad umidità di risalita capillare
    • Proteggere il prodotto dall’acqua e dagli agenti atmosferici per le prime 24 ore dalla sua 
    • Rispettare i consumi ed i tempi di sovrapplicazione indicati 
    • Assicurarsi che la mano di primer sia completamente indurita prima dell’applicazione della finitura A 
    • Applicazioni a spessori diversi ppotrebbero generare differenti gradi di finitura
    • Utilizzare l’intera quantità dei componenti al fine di evitare rapporti di miscelazione errati 
    • Mantenere il prodotto moiscelato lontano da fonti di calore 
    • Nel caso di sovrapplicazione in mani successive, osservare il tempo massimo di sovraverniciatura. Oltre il tempo indicato sarà necessario carteggiare meccanicamente la superfici prima dell’applicazione dello strato successivo 
    • Non diluire il prodotto con acqua _
    • L’utilizzo di diluenti non idonei e differenti da quelli indicati può creare al prodotto problemi sia estetici (viraggio del colore, variazione del  grado di brillantezza, formazione di velature superficiali, sedimentazione del prodotto) che in termini di prestazioni tecniche. L’utilizzo di diluenti sbagliati può creare problemi anche durante la fase applicatva. Azichem srl non garantisce pertanto alcuna preetazione di prodotto quando la sua diluizione è effettuata con prodotti non idonei o diversi da quelli indicati 
    • Il contatto diretto e prolungato con soluzioni acide può generare un viraggio del colore o della tonalità del rivestimento. Si tratta di un fattore puramente estetico che non modifica la resistenza chimica o le proprietà meccaniche del rivestimento.
    Galleria fotografica
    Richiedi info sul prodotto

      Con l’invio accetto l'informativa sulla privacy
      Copyright © 2023 All Rights Reserved
      Powered by Webplease
      magnifiercrosschevron-down