GROUT 6 HP

Betoncino colabile, reoplastico, strutturale ad altissima resistenza

Codice: GRT.0264

Componenti: 1

Aspetto: Polvere

GROUT 6 HP è una malta colabile ad elevatissime prestazioni, dotata di resistenze meccaniche a compressione e flessione di gran lunga superiori alle normali malte strutturali, utilizzata per riparazioni, reintegri, rinforzi del cemento armato e opere speciali in calcestruzzo HPC. Le speciali additivazioni contenute nel formulato consentono la compensazione del ritiro e lo sviluppo di eccezionali caratteristiche reologiche.

Linee di appartenenza

Certificazioni ottenute e Normative

Prodotti e sistemi per la protezione e riparazione delle strutture in calcestruzzo - Ancoraggio dell'armatura di acciaio

EN 1504-6

Prodotti e sistemi per la protezione e riparazione delle strutture in calcestruzzo - Ancoraggio dell'armatura di acciaio

Prodotti e sistemi per la protezione e riparazione delle strutture in calcestruzzo - Riparazione strutturale e non strutturale (R4)

EN 1504-3

Prodotti e sistemi per la protezione e riparazione delle strutture in calcestruzzo - Riparazione strutturale e non strutturale (R4)

Caratteristiche generali

conservabilità

Conservabilità: 12 mesi

diametro-massimo-aggregato

Diametro massimo aggregato: 6 mm

miscelare-con-acqua

Miscelare con acqua: 10 %

pot-life

Pot life: 10 min

spessore-massimo-consigliato

Spessore massimo consigliato: 20 cm

spessore-minimo-consigliato

Spessore minimo consigliato: 2.5 cm

temperatura-di-applicazione

Temperatura di applicazione: +5 / +35 °C

Specifiche tecniche

Contenuto di cloruri

< 0.01 %

Legame di aderenza

3 N/mm²

Massa volumica

2350 kg/m³

Modulo elastico

32000 N/mm²

Reazione al fuoco

A1 _

Resistenza a compressione dopo 01 giorno

50 N/mm²

Resistenza a compressione dopo 07 giorni

80 N/mm²

Resistenza a compressione dopo 28 giorni

100 N/mm²

Resistenza a flessione a 01 giorno

8 N/mm²

Resistenza a flessione dopo 07 giorni

11 N/mm²

Resistenza a flessione dopo 28 giorni

12 N/mm²

Resistenza alla carbonatazione

0.5 mm

Colori disponibili

- Grigio

- Nero

Imballaggi e dimensioni

- Sacco da 25 kg

- Pallet: 50 x (Sacco da 25 kg)

Caratteristiche

GROUT 6 HP consente di ottenere, con bassissimi rapporti acqua/leganti, reologie autocompattanti ed iperfluide che favoriscono il movimento della malta ed il perfetto riempimento di getti armati, anche in presenza di intraferro stretto. Le microsilici ad attività pozzolanica incrementano la coesione dell’impasto con tipico effetto antisegregante e antidilavante. La particolare finezza dei leganti idraulici contenuti nel formulato favorisce l’aderenza al supporto ed il rapido sviluppo di elevatissime resistenze meccaniche, anche dopo sole 24 ore dal getto.
Per quanto concerne la funzione ANTICORROSIVA e PROTETTIVA SUI FERRI D'ARMATURA le caratteristiche salienti di GROUT 6 HP SFR sono:
• il mix di leganti superfini ad alta resistenza, combinati con silici finissime ad attività pozzolanica, rende le malte, al termine del processo d’indurimento, intrinsecamente impermeabili all'acqua;
• il pH fortemente alcalino (> 12) protegge i ferri d’armatura dall’innesco della corrosione;
• la trascurabile traspirabilità all'anidride carbonica fornisce alle malte indurite elevatissime caratteristiche anticarbonatative.
L’insieme di queste specificità anticorrosive rende il classico trattamento di passivazione dei ferri d’armatura, propedeutico al getto della malta colabile, NON NECESSARIO, sempre che, fra le operazioni di pulizia a metallo bianco ed i getti della malta colabile, non trascorra troppo tempo, con il rischio di un nuovo innesco dei processi ossidativi. Quindi, solo nel caso si prevedano lunghi tempi d’esposizione fra le operazioni di pulitura del ferro ed i getti della malta colabile, è consigliabile un trattamento con boiacca passivante (REPAR MONOSTEEL o REPAR STEEL), steso a pennello e localizzato solo sugli acciai d’armatura.

Consumi

Circa 20,50 kg/m² di GROUT 6 HP per ogni centimetro di spessore da realizzare (circa 20,50 kg per ogni metro cubo).

Campi d'impiego

Getti colati in opera o pompati eseguiti per qualsiasi genere di reintegro strutturale del calcestruzzo armato, interventi di rinforzo ed adeguamento sismico, aumenti di sezione resistente di strutture in c.a. e in muratura, ancoraggi di macchinari di elevata dimensione, ancoraggio di bitte portuali, opere di imbutitura e blindatura, ripristino di pavimentazioni industriali fortemente sollecitate sia dal punto di vista statico che dinamico, ripristino di solette degradate su ponti e viadotti soprattutto con esigenze legate alla rapida riapertura al traffico veicolare, realizzazione di strutture progettate con requisiti HPC (High Performance Concrete).

Preparazione dei supporti

Le superfici di applicazione dovranno risultare pulite, prive di imbrattamenti, parti friabili e incoerenti, polvere ecc., convenientemente saturate con acqua fino a raggiungere la condizione di "sature a superficie asciutta". E’ sempre necessario un’adeguato irruvidimento delle superfici tramite scarifica, sabbiatura etc., per poter ottenere i massimi valori di adesione al supporto. I valori ottimali si ottengono con idroscarifica ad alta pressione. Mettere a nudo i ferri in fase di ossidazione dirompente o profondamente ossidati, Rimuovendo la ruggine dei ferri esposti (tramite sabbiatura o spazzole abrasive).

Modalità d'impiego

Miscelare l’intero contenuto di un sacco di GROUT 6 HP con efficaci miscelatori ad asse verticale per almeno 6 minuti, introducendo inizialmente una quantità d’acqua leggermente in difetto (9% = 2,25 l/sacco da 25 kg) rispetto alla richiesta d’acqua totale permessa (10% - 12% = 2,5 l – 3,0 l/sacco da 25 kg) tenendo in miscelazione per almeno 4 minuti. Trascorso questo tempo di miscelazione valutare la consistenza dell’impasto e, se necessario, introdurre gradualmente l’ultima aggiunta d’acqua fino alla lavorabilità desiderata, senza superare il limite del 12% (3,0 l/sacco da 25 kg), miscelando ad alto numero di giri per almeno altri due-tre minuti. Per elevate sezioni di getto è opportuno addizionare GHIAIETTO 6.10 (consultare la relativa scheda tecnica e chiedere maggiori informazioni sull’opportuno dosaggio di GHIAIETTO 6.10 al nostro servizio tecnico).

Date le proprietà autolivellanti del prodotto e la sua capacità autocompattante, si consiglia di prestare la dovuta attenzione alla fase di vibrazione. Un eccessivo zelo nell'operazione di vibrazione può peggiorare la resa estetica del manufatto risultante. Non utilizzare in assenza di adeguati confinamenti laterali. Curare la protezione e la stagionatura umida delle superfici esposte. Adottare procedure di getto in grado di assicurare l'assenza di vuoti e discontinuità; colare la malta da una sola parte del perimetro di getto per evitare sacche d'aria.

Metodi di applicazione

- Colatura

Pulizia strumenti

- Acqua

Supporti consentiti

- Calcestruzzo

- Murature miste

- Murature in laterizio forato

- Murature in pietra

- Ferri d'armatura ossidati

Contattaci subito

Vuoi saperne di più sui nostri prodotti?

Attenzione, compilare correttamente questo campo.
Attenzione, inserire un indirizzo email valido.
Attenzione, compilare correttamente questo campo.

Con l’invio accetto l'informativa sulla privacy

Attenzione, compilare correttamente questo campo.

Iscrizione alla newsletter

Condividi

Prodotti in vetrina

  • Syntech H.A.G.
  • Concrete Repar
  • Syntech Poliurea